Alessano: censurabili insulti al Sindaco, ma disdicevole aver negato una piazza sollevando un polverone. Domani tutti ad Alessano per dire NO allo IUS SOLI.

I censurabili insulti rivolti al Sindaco di Alessano non hanno nulla a che vedere con quanto abbiamo denunciato: negare un piazza schierando politicamente la memoria di don Tonino Bello e arrogandosi il diritto di fornire l’interpretazione autentica del suo magistero è stato disdicevole, strumentale e inutilmente provocatorio.

“I diritti degli ultimi” e “l’integrazione” – per stare alle parole usate dal Sindaco nel provvedimento con cui ha negato l’uso della Piazza di Alessano – non centrano davvero nulla con il DDL sul c.d. Ius Soli: esso non involge questioni di principio, ma propone di adottare una delle possibili modalità tecniche di riconoscimento della cittadinanza, una modalità rispetto alla quale siamo assolutamente contrari, perché regalare la cittadinanza anziché riconoscerla all’esito di un percorso di integrazione significa rendere impossibile qualunque integrazione.

Anche se il Sindaco ha negato l’uso di Piazza Bello per sollevare un polverone e farsi pubblicità, domani alle 10 ad Alessano manifesteremo ugualmente contro questo disegno di legge.

Andrea Caroppo

Andrea Caroppo

Andrea Caroppo (26 Giugno 1979) è un avvocato e politico italiano. Nato a Poggiardo (LE), è cresciuto a Minervino di Lecce, dopo aver conseguito la Maturità Classica al Liceo Classico “F. Capece" di Maglie, si laurea in Giurisprudenza, all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, discutendo una tesi in Diritto Regionale sullo Statuto della Regione Puglia. Sposato con Giuliana, padre di due figlie: Nora e Lia. Eletto in consiglio regionale per la prima volta nel 2010, rieletto al secondo mandato alle elezioni regionali 2015. Già Segretario Regionale della Lega Salvini Premier PUGLIA. Eletto Parlamentare Europeo alle elezioni del 26 maggio 2019.

Potrebbero interessarti anche...