ASL LECCE: SI LICENZIANO INFERMIERI E SI FANNO AVVISI PER NUOVE ASSUNZIONI PROPRIO SOTTO ELEZIONI, INCOMPRENSIBILE

Per la Asl di Lecce, forse, esistono precari di serie ‘a’ e precari di serie ‘b’.
Infatti, in barba agli accordi stretti con i sindacati, la Asl ha pubblicato degli avvisi pubblici per il reclutamento di personale infermieristico per incarichi di 60 giorni, senza tener conto delle graduatorie già esistenti e di dipendenti con contratti in scadenza. Su questo, depositerò un’interrogazione diretta al presidente-assessore Emiliano. Reclutare altro personale precario quando sono in corso i licenziamenti di quello già in servizio, è una mossa dell’azienda sanitaria locale a dir poco incomprensibile. E sul punto, esiste anche un accordo con i sindacati del 23 novembre scorso, che richiede il mantenimento del personale in servizio fino al raggiungimento di 36 mesi lavorativi. Una scelta che andrebbe revocata ed è questa l’esigenza che sottolineerò nell’interrogazione consiliare. Anche perché pubblicare avvisi pubblici per incarichi di 60 giorni, con le elezioni amministrative alle porte, non aiuta a conferire quella necessaria immagine di rigore e trasparenza nella gestione della cosa pubblica.
E ancora, il gran finale: la Asl comunica agli infermieri precari di non inoltrare più le domande perché il criterio di assunzione è quello –rullo di tamburi- dell’ordine di trasmissione della stessa domanda. In altre parole, non si assume chi ha più meriti, ma chi ha avuto la fortuna di venire a conoscenza prima dell’opportunità. Il che, chiaramente, ci fa pensare ancora più ad una manovra dal sapore elettorale, ledendo non solo i diritti di coloro che sono stati licenziati prima del tempo, ma anche di chi ha trasmesso la domanda e che magari, pur essendo più meritevole di altri, si vede superato da coloro che hanno appreso dell’avviso prima (magari grazie a qualche “uccellino” che vuole accaparrarsi qualche voto in più). Per questo chiedo formalmente l’intervento del presidente-assessore Emiliano per il ritiro immediato dell’avviso pubblico ed il ripristino dei principi di trasparenza e meritocrazia nella pubblica amministrazione.

Leggi l’INTERROGAZIONE URGENTE: https://goo.gl/kELeVQ

Andrea Caroppo

Andrea Caroppo

Andrea Caroppo (26 Giugno 1979) è un avvocato e politico italiano. Nato a Poggiardo (LE), è cresciuto a Minervino di Lecce, dopo aver conseguito la Maturità Classica al Liceo Classico “F. Capece" di Maglie, si laurea in Giurisprudenza, all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, discutendo una tesi in Diritto Regionale sullo Statuto della Regione Puglia. Sposato con Giuliana, padre di due figlie: Nora e Lia. Eletto in consiglio regionale per la prima volta nel 2010, rieletto al secondo mandato alle elezioni regionali 2015. Già Segretario Regionale della Lega Salvini Premier PUGLIA. Eletto Parlamentare Europeo alle elezioni del 26 maggio 2019.

Potrebbero interessarti anche...