Caos rifiuti: Stop ampliamento Cavallino. Altro che “rifiuti zero”, necessario chiudere ciclo a “discariche zero”

Quanto sta accadendo oggi nei Comuni dell’ex ATO LE1, a partire da Lecce, non dimostra – come vorrebbe qualcuno – che sono necessarie nuove discariche, ma che il piano della sinistra è inadeguato ed è ora di dire basta: occorre la completa chiusura del ciclo per una Puglia a “discariche zero”.


Oggi l’emergenza determinata dalla saturazione di Cavallino che si vorrebbe risolvere triplicando l’impianto in tutta fretta nonostante i pareri negativi di ASL e ARPA; domani un’altra emergenza che porterà all’apertura della discarica di Corigliano – proprio sopra la falda da cui ci abbeveriamo tutti -; e dopodomani magari un’altra emergenza che porterà all’ampliamento della discarica di Ugento…sempre passando sopra le teste dei cittadini: è una vergogna!
In linea con le direttive comunitarie, la stragrande maggioranza dei paesi europei ha azzerato i conferimenti in discarica e smantellato strutture capaci di inquinare al tempo stesso aria, suolo e sottosuolo e che magari tra qualche anno scopriremo essere alla base della elevatissima incidenza di tumori nel Salento. Emiliano, invece, da una parte strizza l’occhio all’utopico slogan “rifiuti zero”, dall’altra autorizza nuove discariche.
E nessuno ci venga a raccontare che è una “questione di emergenza”, perché realizzare oggi nuove discariche a Cavallino, a Corigliano o altrove significa mantenere questo scellerato ciclo dei rifiuti per almeno un ulteriore decennio.
La Puglia non può andare avanti così: si sospenda l’iter per l’ampliamento di Cavallino e l’apertura di Corigliano e si cominci a costruire un ciclo completo a “discariche zero” sul modello europeo.

Andrea Caroppo

Andrea Caroppo

Andrea Caroppo (26 Giugno 1979) è un avvocato e politico italiano. Nato a Poggiardo (LE), è cresciuto a Minervino di Lecce, dopo aver conseguito la Maturità Classica al Liceo Classico “F. Capece" di Maglie, si laurea in Giurisprudenza, all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, discutendo una tesi in Diritto Regionale sullo Statuto della Regione Puglia. Sposato con Giuliana, padre di due figlie: Nora e Lia. Eletto in consiglio regionale per la prima volta nel 2010, rieletto al secondo mandato alle elezioni regionali 2015. Già Segretario Regionale della Lega Salvini Premier PUGLIA. Eletto Parlamentare Europeo alle elezioni del 26 maggio 2019.

Potrebbero interessarti anche...